top of page

IL BUBBLING - SOVT vocal exercises

Aggiornamento: 4 mag 2023

AFFATICAMENTO VOCALE E DISFONIA


Alcune persone riscontrano un affaticamento vocale dopo una lunga conversazione oppure dopo una faticosa giornata di lavoro, o addirittura dopo una sessione di allenamento autodidatta della voce. Il mio consiglio primario è quello di effettuare una visita foniatrica per avere un quadro completo sulla presenza o meno di eventuali patologie o semplici disfunzioni meccaniche che possono provocare stanchezza vocale.

immagine del corriere.it

Una disfonia superiore alle due settimane nasconde sempre una situazione più complessa e richiede un consulto immediato con fibrolaringoscopia.

Certe fragilità possono dipendere da una predisposizione genetica e/o da abitudini acquisite nel corso dell’accrescimento.

Importante sottolineare che, comunque, queste situazioni non condizionano per forza il rendimento vocale. Infatti, attraverso la formazione, le persone possono imparare a gestire al meglio il proprio apparato fonico-respiratorio.


IL BUBBLING - tecnica della cannuccia

La "tecnica della cannuccia" meglio conosciuta come Straw technique, fa parte di una serie di esercizi di riscaldamento chiamati SOVT: tratto vocale semi-occluso, un modo per dire che la bocca è parzialmente chiusa. Questa condizione fa in modo che ci sia meno impatto, collisione e stress sulle corde vocali, durante la fonazione. Infatti, quando la bocca è parzialmente chiusa (come succede con una cannuccia), viene facilitata la vibrazione delle corde vocali. L’esercizio del bubbling è molto utile per allenare la Voce e rinforzare le pliche vocali: cantando e/o soffiando con una cannuccia immersa in una bottiglietta d'acqua, per fare le bolle come quando eravamo piccoli.😂✌️

Questa tecnica è utile per “resettare e liberare la voce” nonché “stirare e decomprimere” le corde vocali. In questo video un interessante approfondimento per scoprire che allenare la voce può anche essere divertente:

IMPORTANTE: durante l'esercizio provare a tappare il naso per confermare l'emissione dell'aria totalmente dalla bocca.

Una specifica sul diametro delle cannucce: Ø 0,6 cm (piccola tradizionale) dalla portata d'aria minore, aiuta ad aumentare la resistenza e ad ottenere una posizione neutra della laringe. Ø 1cm (da cocktail) dalla portata d'aria maggiore, usata prevalentemente per la terapia vocale perché richiede meno sforzo, è indicata nell'allenamento per percepire maggiormente il lavoro svolto. Nel video consiglio la seconda anche per una questione di svolgimento autodidatta dell'esercizio che si può rendere più difficoltoso con la cannuccia più piccola se si è già esperti oppure se si è seguiti da un docente.

EQUIPAGGIAMENTO:

Per eseguire questo esercizio occorrono:

- una cannuccia

- una bottiglietta d'acqua

Tra le cannucce proposte le prime, sono quelle utilizzate a livello medicale da foniatri/logopedisti, le altre sono ad uso alimentare sia riutilizzabili in silicone che monouso classiche da cocktail. Sconsiglio le cannucce di vetro per questioni di sicurezza, quelle di materiali naturali come il bambù per diametro troppo ridotto e quelle in acciaio per inestetismi del calcare acqueo. Sono da preferire le cannucce usa e getta anche per una questione igienica, benché quelle in silicone spesso vengano fornite di uno scovolino per pulirle meglio.


consigli per gli acquisti 🛍

Per quanto riguarda la bottiglietta è preferibile scegliere capienze dai 400ml ai 500ml. Possibilmente in plastica, sempre per questioni di sicurezza. Da escludere quelle che hanno la cannuccia integrata perché questa, toccando il fondo della bottiglia, vanifica l’utilità dell’esercizio. Un paio di proposte di design, colorate es riutilizzabili anche per altri contesti di necessità:


consigli per gli acquisti 🛍

❗️❗️In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.❗️❗️

 

Altri S.O.V.T. sono trilli con le labbra, con la lingua, oppure vocali o suoni consonantici. Ovviamente gli esercizi funzionano solo se fatti bene, supportati da postura, respirazione e appoggio nonché supervisionati da un vocal coach o un da un foniatra o logopedista.


La maggior parte dei disturbi della voce è di natura iperfunzionale. Quando le strutture del vocal tract sono troppo attive lavorano l’una contro l’altra creando uno squilibrio, invece di lavorare insieme in modo sinergico ed equilibrato. L’obiettivo in qualsiasi regime di riabilitazione vocale e di allenamento quotidiano della voce, è quello di ridurre lo sforzo vocale.


Il National Center for Speech and Voice afferma che il metodo ha radici nell’Europa settentrionale ed è stato usato per diverse centinaia di anni. Il suo divulgatore, INGO TITZE, studioso della voce e professore presso l’Università dello Utah a Salt Lake City, ha pubblicato articoli accademici sull’approccio a tale tecnica dimostrando che può essere utile per alleviare una voce stanca oppure renderla più forte e più difficile da perdere.


Cosa fa la cannuccia?

  • Allena la postura delle corde vocali.

  • Allunga lo spazio laringeo epiteliale.


Perché questo esercizio è importante?

Usando la cannuccia si fa leva sull'equalizzazione della pressione. Più piccola è l'apertura, maggiore è la resistenza (pressione aerodinamica) che ottieniamo.


Quando le corde vocali vibrano ci sono intervalli variabili di fasi aperte e fasi vicine. Quello che vogliamo è ottenere la media dei movimenti di apertura delle corde vocali che dovrebbe essere molto simile al diametro della cannuccia, motivo per cui si può "giocare" con le dimensioni del diametro della stessa.


Maggiore è la pressione di ritorno dell'aria minore è la spinta (o lo sforzo).

Minore è la pressione e maggiore è il lavoro dei muscoli per mettere le corde vocali in una posizione neutre. Una vera e propria riconfigurazione della postura del tratto vocale.

Durante l'uso della cannuccia, provando a tossire o a fare un attacco glottale, ci rendiamo conto che è impossibile perché la contropressione agisce a favore di un emissione morbida, controllata ed un attacco simultaneo.


La contropressione fa due cose:


  1. Abbassa la laringe

  2. Aumenta lo spazio epi laringeo, in lunghezza perché respinge le false corde e consente alla laringe di scendere.

Quindi esaminando il rapporto tra il tubo laringeo epiteliale e la faringe percepiamo che che la cannuccia allunga il vocal tract ed espande la laringe facilitando la retrazione del suono.


Il Bubbling aumenta la percezione:

- della lunghezza del tratto laringeo (grazie al tubo lungo e stretto della cannuccia)

- della forza di inerzia (dovuta dalla pressione acustica).


Togliendo la cannuccia durante l'esecuzione, si percepisce l'allenamento muscolare che permette un rapporto migliore con la proiezione sonora e la percezione del suono in maschera.


Conclusioni scientifiche:

Si è riscontrato che i muscoli che si attivano con la cannuccia siano i TA. Il muscolo LCA è il muscolo che esegue la compressione posteriore in modo che aiuti a non spingere il suono, mentre i TA si occupano della posizione neutra delle corde vocali. La cannuccia è uno strumento perfetto per indirizzare i muscoli TA e mantenere coordinati gli altri muscoli.

L'attivazione dei TA serve per contrastare :

  • Mancanza di tono

  • Invecchiamento

  • Suono arioso

NON bisogna attivare eccessivamente i TA ma cercare di sfruttare la coordinazione e l'equilibrio tra i muscoli TA e CT, LCA e IA per ottenere la migliore configurazione possibile.


Si tratta solo di formazione. La cannuccia è uno strumento di formazione.



A presto e...

...Buona Voce

Vocal Coach

Mariella Cesaroni


 

📩Iscriviti alla newsletter Daily Voice per ricevere direttamente le pubblicazioni sulla tua mail. Trovi il form in fondo alla pagina della Rubrica.


OPPURE


✏️Se sei un Docente, spero tu possa utilizzare il materiale del mio Blog (citandone la fonte) come spunto per le tue lezioni o per fornire approfondimenti e spirito di ricerca ai tuoi allievi. Se puoi lascia un commento, ne farò tesoro. Grazie per la tua attenzione!

 

Per lasciare un COMMENTO o fare richiesta di uno specifico argomento da affrontare nel prossimo articolo, scrivimi oppure diventa membro del sito per usufruire anche di altre iniziative: clicca su "Accedi" e registrati con account FB o Google.


TORNA AL BLOG

 
 

COSA PUOI FARE SU QUESTO SITO?:

 
 

BIBLIOGRAFIA:


Articoli scientifici:

Video interviste e presentazione di Ingo Titze:


 


1.318 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page